Title Image

Itinerario romanico

Visita alle principali testimonianze di arte romanica.

 

L’itinerario toccherà le seguenti tappe:

1. Musei Civici, sezione romanica: si conserva un’ampia raccolta di sculture provenienti dalle chiese di Santo Stefano e Santa Maria del Popolo (antiche cattedrali “gemelle”, demolite per far posto al Duomo) e di San Giovanni in Borgo, distrutta nell’Ottocento per ampliare il Collegio Borromeo.

2. Basilica di San Pietro in Ciel d’Oro, tra le prime chiese romaniche pavesi (consacrata nel 1132).

 

La costruzione del XII andò a sostituire la precedente basilica paleocristiana, detta probabilmente “in Ciel d’Oro” per il soffitto ligneo decorato in oro. Qui sono conservate le spoglie di tre personalità importanti: Serverino Boezio, Sant’Agostino e Liutprando. La chiesa ospita l’Arca di Sant’Agostino, mirabile opera scultorea in marmo realizzata nel XIV sec.

3. Broletto, palazzo comunale dei sec. XII-XIII.

 

È uno dei più antichi palazzi appositamente edificati per accogliere le rappresentanze cittadine. L’antica sala per le adunanze è interamente affrescata con motivi geometrici e stemmi di epoca viscontea.

4. Torri romaniche, antiche vestigia di quella che fu la “Città dalle cento torri”.

 

La Torre Civica, caduta rovinosamente il 17 marzo 1989, fu eretta nell’XI secolo nell’ antico atrio di San Siro, sul quale si affacciavano anche le due cattedrali gemelle.

5. Chiesa di San Teodoro (sec. XIII). Chiesa romanica in mattoni, con un tiburio a tre piani.

 

Presenta un ricco patrimonio di affreschi (sec. XIII-XVI). Tra questi, di grande rarità è la veduta a volo d’uccello della città di Pavia. La cripta, larga come tutta la chiesa, è contraddistinta da capitelli con decorazioni grottesche.

6. Basilica di San Michele Maggiore. La chiesa, pezzo forte del romanico pavese, risale all’inizio del XII secolo.

 

È chiamata basilica dei re per via delle incoronazioni che furono celebrate nella costruzione attuale e in quella più antica. Si contraddistingue per il ricchissimo apparato scultoreo, in pietra arenaria, che ne decora le facciate e i capitelli interni, vero e proprio libro aperto sulla fantasia medievale.

7. Chiesa dei Santissimi Primo e Feliciano, dalla facciata romanica restaurata, conserva preziosi dipinti dei sec. XIV-XV.

8. Complesso di San Lanfranco. Complesso monastico costituito dalla chiesa a navata unica con pianta a croce latina, un piccolo chiostro quadrato quattrocentesco, un chiostro maggiore risalente a fine ‘400, una parte rustica ad uso agricolo (occupata oggi dal Tennis Club) e un piccolo cimitero.

 

La chiesa, risalente ai secc. XII-XIII è decorata al suo interno con affreschi due-quattrocenteschi e ospita l’arca di San Lanfranco, una delle ultime opere scultoree dell’Amadeo.

9. Complesso di San Lazzaro. La chiesa e l’adiacente ospedale dell’ordine di San Lazzaro, sebbene modificati nel corso del tempo, risultano già esistenti nel 1157, come si evince dalla cosiddetta carta di fondazione.

 

Nella chiesa di San Lazzaro si coglie la fisionomia di una cappella, in antico legata ad una struttura ospedaliera, destinata all’accoglienza di pellegrini bisognosi di assistenza in transito sulla via verso Cremona, per o da Roma.

10. Chiesa di Santa Maria in Betlem. Chiesa romanica del XII sec., è situata sull’asse viario del Borgo Ticino, antico quartiere fuori dalle mura cittadine, percorso nel Medioevo dai pellegrini diretti in Oriente.

 

Era di pertinenza del vescovo di Betlemme e contigua all’antico Ospedale di Sant’Antonio, tipica struttura medievale con funzione di accoglienza dei viandanti e di assistenza ai poveri e agli infermi. All’interno della chiesa si conserva la statua lignea della Madonna della Stella, tradizionalmente portata in processione dalle barche lungo il fiume.

Per informazioni e prenotazioni:
Progetti società cooperativa
Via Cardano, 4
Pavia 27100, Italia
+39 0382 530150
email: info@progetti.pavia.it