Title Image

SS. Salvatore – Architettura

L’architettura

 

L’edificio si mostra al visitatore nella sua veste quattrocentesca, che potremmo definire protorinascimentale, dato che ancora sono presenti elementi riconducibili al gotico.

La chiesa presenta una pianta a croce latina, scansione apparente in tre navate e sei cappelle laterali per parte.

 

Le navate minori sono in realtà finte, poiché fungono da anti cappelle tra loro comunicanti e chiuse da cancelli. Ai lati del presbiterio si aprono due cappelle.
La navata maggiore è coperta da volte a crociera costolonate, mentre all’incrocio tra questa e il transetto si eleva una cupola ad otto spicchi ed esternamente il tiburio.

Alla sobrietà della facciata dell’edificio e di tutto l’esterno, in mattoni, si contrappone la ricchissima decorazione pittorica e scultorea dell’interno che interessa ogni singolo elemento architettonico.

In controfacciata sono murate alcune lapidi celebrative, due delle quali, cinquecentesche, che ricordano rispettivamente le figure di Adelaide di Borgogna e i re longobardi, sono state restaurate nell’ambito del progetto del 2017.

Importantissima  memoria della presenza di importanti sepolture regie nell’area dell’ex monastero di San Salvatore è la lastra tombale di re Cuniperto, che proviene da qui ed è conservata presso i Musei Civici del Castello Visconteo di Pavia.